LITANIA DELLE DUNE (da "Fra i predoni del Rio de Oro" di Paolo Zappa - 1932)

 

Dune, grandi dune ondulate come l'acqua del mare,

Dune dalla fronte calva,

Dune, che il vento lavora e tormenta senza tregua,

Dune, che una goccia d'acqua rinfresca una volta ogni cento anni,

Dune, che vedete passare le carovane,

Dune melodiose, che cantate al levar del sole,

Dune dal burnus d'oro e dal burnus di neve,

Dune, dai fianchi sollevati come quelli di una donna prossima a partorire,

Dune, nostro sudario quando il simun soffia e ci travolge,

Dune, grandi dune del deserto, rendeteci dolce la strada

E fate che arriviamo alla mèta.

Torna a Libia2